italyflagenglishflag

V congresso Bruno Falconatà e XXIII Congresso Nazionale SIMSI

Le Grazie Portovenere 18-20 ottobre 2018

Si è svolto con grande successo il V congresso Bruno Falconatà e il XXIII Congresso Nazionale SIMSI, grazie alla coinvolgente e vivace collaborazione con la Marina Militare Italiana che ha ospitato l'evento presso la sede del COMSUBIN a Le Grazie, Portovenere.

In 3 giorni ci sono stati 74 relatori italiani ed esteri tra cui spiccano le prestigiose presenze internazionali di Nick Bird (presidente di UHMS), Mario Caruso dagli Stati Uniti e Folk Lind dalla Svezia. . Tra gli Accademici presenti al congresso, Maurizio Chines, Giovanni Esentato, Adolfo Magrin e Pasquale Longobardi, presidente SIMSI e Tridente D’Oro Accademia Internazionale di Scienze eTecniche Subacquee. Hanno partecipato i principali ricercatori delle Università italiane di Pisa, Padova, Varese, Ferrara e Napoli, il Ministero dello Sviluppo Economico, il CNR e l’INAL, esperti di cura delle ferite come la World Union Wound Healing Societies (WUWHS) e l’AIUC, Associazione Italiana Ulcere Cutanee. L’area della ricerca è stata rappresentata dall’IRST (Istituto Tumori) di Meldola e dalla Università di Ferrara, presenti anche Ocean4Future, le Associazioni AISI; ANCIP; ASPATI; Diabete Sommerso, Diritto & subacquea, FMSI; Handicapped SCUBA Association (HSA),HDSI (presidente Faustolo Rambelli, Accademico), OTOsub, SIAARTI gruppo OTI, SIC Sport, UHMS

NickBridLongobardi

Nick Bird (Presidente UHMS) con Pasquale Longobardi (Presidente SIMSI, Tridente d'Oro 2009) e Gerardo Bosco ( Presidente SIMSI eletto per il biennio 2020-2022).

congresso ha permesso di ascoltare le esigenze degli operatori sanitari e dell’ idrospazio, di condividere informazioni tra le diverse discipline e creare un'importante rete di contatti che sarà utile per futuri studi scientifici. La Master Class ha evidenziato l'impegno delle università nella formazione del settore. Il premio "Massimo Malpieri" per la medicina subacquea è stato assegnato a Ennio Talamonti per il progetto "Arterial Emogas analysis in breath-hold diversa t depth” e il "Premio Renato Moroni" per la migliore tesi è stato assegnato a Paola Amato per il suo lavoro sulle osteoradionecrosi trattate con ossigenoterapia iperbarica.

Il congresso è stato reso possibile grazie a 30 aziende sponsor espositrici (70 rappresentanti di aziende presenti nei 3 giorni).

Ricerca

Newsletter